Football23

News Aggregator & Blog

Leo: “Messi, Neymar e Mbappè complementari. Tebas? Critiche infondate”

Il direttore sportivo del PSG, su Canal Plus, ha avuto modo di trattare diversi argomenti:

Leonardo a tutto tondo. Il direttore sportivo del PSG, su Canal Plus, ha avuto modo di trattare diversi argomenti: il ruolo di “obbligati” a vincere in Francia e in Europa, le diatribe con Tebas, il caso Mbappé e l’arrivo di Messi.

FAVORITI – Inizia la Champions. Impensabile non inserire il PSg fra i favoriti: “Non è certo la prima volta. Anzi penso che sia passato un po’ di tempo da quando il PSG è considerato fra i possibili vincitori.  Certamente, avere in rosa quelli che probabilmente sono tre dei 5 migliori giocatori del mondo nella stessa squadra ci impone questo ruolo. Il nostro tridente è complementare. Fra loro non vi è gelosia o invidia, ma solo la gioia di giocare insieme. Ne siamo felici”.

MERCATO – Il mercato del PSG è stato molto criticato. “Le parole di Tebas non mi infastidiscono affatto. Non credo però che una persona che ricopra il suo ruolo debba spingersi a certi tipo di affermazioni. Anche perché non mi sembra che la Liga brilli nella gestione o sia in salute. E comunque non abbiamo collezionato figurine. Sono stati inseriti dei calciatori esattamente nelle posizioni in cui necessitavamo dei miglioramenti. Abbiamo un gruppo unico nella sua forza. Adesso non resta che creare una organizzazione di gioco che possa permettere agli interpreti di esprimersi al meglio. In questo senso la gestione Pochettino sarà fondamentale. Ha una grande visione di insieme e la giusta serenità da trasmettere ai calciatori”.

MBAPPE’ – Inevitabile affrontare il caso Mbappé. Non rinnova, ma gioca. E non è detto che vada via. “Kylian  è un simbolo. L’ipotesi che resti qui è anche l’unica opzione praticabile. Non era pensabile costruire tutto questo senza la sua presenza. Non siamo stati felici di come si siano comportati a Madrid. Si sono presentati nell’ultima settimana di mercato, cercando di soffiarci il giocatore. Noi siamo stati molto chiari. L’offerta non era considerata sufficiente. In ogni caso non abbiamo mai cambiato idea siamo pronti a sederci al tavolo per il rinnovo. Il rapporto fra Mbappé e il PSG è un qualcosa di molto profondo. Non lo vedo in partenza a fine stagione. Non immagino questo club senza di lui”.

https://www.ilposticipo.it/calcio/leonardo-nessuna-invidia-con-messi-e-neymar-mbappe-resta-tebas-non-mi-sembra-che-la-liga-sia-in-salute/?intcmp=gazzanet-Leonardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *