Football23

News Aggregator & Blog

Guida all’Asta, tutti i difensori: da Gosens a quelli da evitare, ecco su chi puntare

La Guida all’Asta 2021-22 per il fantacalcio è in arrivo. Dopo aver visto i portieri, ora è il momento dei difensori: domani toccherà ai centrocampisti e giovedì agli attaccanti. Poi la Guida all’Asta sarà completa, uscirà venerdì 6 agosto. Non cambia rispetto agli ultimi anni: ci sono tutti i giocatori divisi per fascia, dai top a quelli da evitare. E sarà sempre aggiornata in tempo reale fino a metà settembre con i nuovi acquisti e gli infortuni.

? Qui la Guida all’Asta dei portieri

TOP – Gosens, Theo Hernandez

Sono i top, i più costosi tra i difensori, i primissimi slot. Robin Gosens parte sopra a Theo Hernandez, sia come prezzo sia perché ha fatto più gol l’anno scorso. Per il tedesco, che è stato confermato come difensore, bisognerà spendere probabilmente cifre record per un difensore. Siamo sopra ai 40/45 fantamilioni su 500, a meno è difficile portarlo a casa. Poi, come per tutti i difensori, dipende anche dal modificatore. Theo Hernandez sarà quindi probabilmente il secondo più pagato nelle leghe, l’anno scorso è stato il terzo migliore dopo Gosens e Hakimi. Per lui 7 gol e 5 assist e una media del 6,86. Il prezzo sulla carta è inferiore a quello di Gosens ma superiore a quello di Cuadrado.

SEMITOP – Cuadrado

Cuadrado, con la conferma da difensore e la partenza di Hakimi, diventa il terzo top del reparto. L’anno scorso ha chiuso con 6,64 di media, una doppietta e ben 9 assist. È stato il quarto migliore dopo anche Zappacosta. Rientra così nella categoria dei top e si piazzerà probabilmente al terzo posto come più pagato in difesa, magari in qualche lega costerà anche più di Theo. L’anno scorso ha avuto un’ottima continuità nel ruolo di esterno destro, quest’anno con Allegri potrà giocare sia da terzino che a volte anche da ala nel 4-3-3. Ed è proprio questo fattore che potrebbe far salire il suo prezzo.

OTTIMI DIFENSORI – Skriniar, de Vrij, Koulibaly, Tomori, Mancini

Al di sotto dei tre big ci sono i primi slot affidabili, quei difensori ottimi soprattutto per il modificatore. Senza modificatore il prezzo è sui 15-20 fantamilioni, poi dipende anche da giocatore a giocatore. Skriniar ad esempio arriva da una super stagione con 6,58 di media e 3 gol fatti. È una garanzia anche de Vrij, che ritrova Inzaghi ed è sempre titolarissimo in difesa. Chi sale molto nelle graduatorie è Tomori, arrivato a gennaio e subito protagonista in Serie A. C’è un grande hype intorno al suo nome e per questo pensiamo che andrà via a una cifra non bassa. Per lui parlano anche i numeri, ovviamente: in sei mesi 6,44 di media con un gol. Grande entusiasmo anche per il nome di Mancini, uno che sta diventando molto amato ed è supportato dai numeri: 6,41 di media e 4 gol nell’ultima stagione. Leader anche con Mourinho, il difetto sono le troppe ammonizioni: 10 (Skriniar per esempio solo una). Sta risalendo il prezzo di Koulibaly, che per anni è stato un top al fantacalcio ma arriva da stagioni non esaltanti. Nell’ultima infortuni, una risicata media del 6 e nessun gol. Con Spalletti può provare a tornare sui livelli di un tempo, ma se vengono prese in considerazione le ultime stagioni il prezzo sarà più basso degli altri.

ESTERNI DA BONUS – Maehle, Hateboer, Faraoni 

Una categoria speciale per gli esterni di centrocampo, perché questo sono Maehle, Hateboer e Faraoni. I due dell’Atalanta sono inferiori a Gosens, che rimane il riferimento. E in più sono in ballottaggio, in teoria ne gioca solo uno. Maehle avrà un prezzo alto perché è in hype dopo l’Europeo, costerà quindi più di Hateboer. Pagarlo più di 20 fantamilioni può essere comunque un rischio (l’unica sarebbe coprirsi molto con altri titolari fissi), perché non c’è un titolare e se la giocheranno. Entrambi sono da bonus, l’ideale se cercate gol e assist ma senza la garanzia delle 38 su 38 da titolare. Ma ci sono sempre i cambi. Faraoni invece è titolarissimo, ma gioca in una squadra di livello molto diverso. È uno da 4/5 gol e 4/5 assist. Ci immaginiamo che costerà meno degli atalantini, almeno di Maehle.

BUONI DIFENSORI – Danilo, Bonucci, de Ligt, Kjaer, Lazzari, Acerbi, Bremer, Calabria

Siamo sempre su una fascia alta, da primi slot. Qualcuno di loro avrà prezzi simili ai vari Mancini, Tomori & co., in generale – in media – siamo intorno ai 10 fantamilioni. Il livello è quello, non cambia molto: dipende molto da come volete comporre la vostra difesa e se avete o meno il modificatore. Ad esempio tra Tomori e Kjaer cambia poco, probabilmente il secondo è solo più a rischio infortuni. E con la Champions dovrà essere gestito di più. Lo stesso per Bonucci e de Ligt, che non possono avere il posto assicurato visto che c’è pure Chiellini nella Juve (e Allegri per ora gioca a quattro dietro). Ma giocheranno tanto e giocheranno bene. Nella Juve c’è anche Danilo, che è un jolly difensivo visto che può fare sia il terzino destro che il terzino sinistro. Arriva da una stagione da mister 6,5. Nella Lazio c’è Acerbi da titolare fisso come centrale di difesa (deve e può riscattarsi con Sarri, ci si aspettava di più), mentre Lazzari quest’anno fa il terzino destro e parte in pole su Marusic. Ma potrebbe esserci un po’ di alternanza. Tra i terzini destri in difesa a quattro c’è pure Calabria, che arriva da una buona stagione da titolare con 6,28 di media. La novità a questi livelli è Bremer, che avrà un prezzo al rialzo visto che ha segnato ben 5 gol nell’ultima stagione. È numero importante, in più ora trova Juric.

BUONI TITOLARI – Karsdorp, Alex Sandro, A. Bastoni, Djimsiti, Manolas, Toloi

Si scende verso i secondi slot, con prezzi inferiori ai 10 fantamilioni su 500. Karsdorp arriva da un’ottima stagione, ma quest’anno arretra a fare il terzino in una difesa a quattro. Alex Sandro parte come titolare a sinistra nella Juve di Allegri ma non arriva da grandi stagioni e deve stare attento soprattutto a Danilo. Nell’Inter Bastoni completa il terzetto con de Vrij e Skriniar: può sicuramente crescere, al fantacalcio ci si aspetta un salto di qualità dopo la media del 6,08 (troppo bassa) dell’anno scorso). Toloi e Djimsiti sono pur sempre difensori dell’Atalanta, squadra da bonus. Ma nell’ultima stagione hanno portato solo quattro bonus in due. Manolas arriva da stagioni non esaltanti e con qualche infortunio, l’anno scorso solo 5,91 di fanta-media ma con Spalletti può fare molto meglio.

TITOLARI – Molina, Ansaldi, Di Lorenzo, Nuytinck, Smalling, Criscito, Tomiyasu

Rimaniamo su un ottimo livello con difensori che interessanti che chiudono un po’ gli slot da titolari, poi dipende molto se modificatore o no (e quindi difesa a 3 o 4). Possono quindi essere dei 3/4° slot, dipende anche se lega a 6 o 12 ovviamente. Molina è quello di cui si parla di più, ha rubato l’occhio nella scorsa stagione dove ha fatto 2 gol e 5 assist. Se la scorsa è stata la stagione del lancio, questa deve essere quella della conferma. Ci si può spingere fino a 5-10 milioni su 500, uno dei più costosi di questa fascia che ha appunto un prezzo di questo tipo. Ansaldi costerà meno perché ha sempre il pericolo infortuni, ma se sta bene farà bene con Juric. Di Lorenzo arriva dalla vittoria degli Europei da titolare, questo può anche far salire un po’ il suo prezzo. Terzino affidabile, che può fare molto meglio dell’anno scorso. Deve assolutamente riscattarsi Smalling, che potenzialmente è un giocatore da fasce molto più alte. Lo era stato al primo anno, ha ha deluso al secondo. Criscito è un altro che può fare meglio, se danno più rigori al Genoa può diventare un fattore da questo punto di vista perché rimane la prima scelta dal dischetto. Pochi bonus ma tantissima sostanza per Nuytinck, che sarà ancora mister 6,5: raramente ha sbagliato partita, il suo prezzo non sarà basso soprattutto con il modificatore. Una garanzia. Tomiyasu arriva da una stagione da 6 (6,00 è la sua fanta-media), con due gol segnati. Tante voci, ma per ora è rimasto. Tottenham e Atalanta, che lo volevano, hanno fatto altre scelte.

JOLLY PRIMA FASCIA – Chiellini, Marusic, Darmian, D’Ambrosio

È una fascia particolare, dai pezzi molto diversi. Chiellini non andrà via a poco, sarà leggermente inferiore o uguale a de Ligt e Bonucci. Sicuramente rispetto ai due compagni della Juve è più a rischio infortuni, però quando gioca fa la differenza. Cosa fare, quindi? Si può prendere, ma meglio avere 6-7 titolari in difesa. Situazione un po’ diversa per Marusic, che è in sfida con Lazzari (e Hysaj) per una maglia. Dovrà convincere Sarri, se no è un’alternativa. Il suo prezzo, ad esempio, è molto più basso rispetto a quello di Chiellini, di pochi fantamilioni. Discorso un po’ particolare per l’Inter. Darmian al momento è il titolare sulla destra, al posto di Hakimi. Ora come ora è un giocatore su cui si può puntare al fantacalcio, l’anno scorso ha fatto bene. Ci sta anche dopo l’eventuale arrivo di Nandez, ma con meno garanzie di avere spazio. D’Ambrosio è esclusivamente un jolly, da avere come difensore non titolare e a volte mettere anche se subentra. L’anno scorso ha fatto 3 gol, una media del 7,12 (la terza tra i difensori) in 19 presenze.

SCOMMESSE – Dimarco, Sabelli, Lovato, Singo

Anche questa è una fascia strana, con i prezzi e gli slot non uniformi. Si tratta di giocatori che possono essere delle scommesse per i loro slot. Dimarco può essere una scommessa come jolly, perché è partito bene all’Inter e magari alla lunga insidierà Perisic. Sicuramente interessante e pure in hype, quindi il prezzo non sarà di 2-3 fantamilioni ma più alto. Sabelli invece è una scommessa tra i titolari low cost, può essere uno da prendere a basso costo e magari a 2-3 fantamilioni riuscite a prenderlo. Lovato è un profilo ancora diverso, una scommessa da ultimi slot senza la garanzia del posto da titolare. Proverà a fare come Romero, un anno dopo. Singo sarà valutato da Juric, torna dopo le Olimpiadi. Ha le caratteristiche per fare bene come esterno destro “alla Faraoni”, ma solo se sarà scelto come titolare.

TITOLARI LOW COST PRIMA FASCIA  G.M. Ferrari, Augello, Biraghi, Yoshida, Izzo, Lykogiannis, S. Bastoni, Soumaoro, Luiz Felipe, Zappa, Dijks, Gunter, Hysaj, Rogerio, Palomino

Sono giocatori low cost da prendere per gli ultimi slot, come riserva ai titolari. Più preziosi e costosi in leghe numerose, meno costosi (un paio di fantamilioni) in leghe a 6-8. Ferrari del Sassuolo può essere il primo dei low cost, arriva da un’ottima stagione con la media del 6. Augello e Yoshida sono due buoni low cost dalla Sampdoria, titolari e affidabili. Biraghi è il titolare a sinistra della Fiorentina, giocherà lui. Izzo può salire di fascia se Juric ci punterà tanto, con il nuovo allenatore può rinascere. Lykogiannis può fare sia il centrale a tre che l’esterno, in ogni caso dovrebbe avere spazio. Nello Spezia c’è Simone Bastoni come titolare a sinistra, si è messo in mostra con Italiano. Soumaoro è titolare al centro nel Bologna, è uno da sufficienza. Djiks deve riscattarsi dopo l’ultima stagione, troppo bassa la media del 5,5 per uno come lui. Ci sono alcuni giocatori da tenere sott’occhio come Zappa: con la partenza di Nandez potrebbe sbocciare nel Cagliari. Lo stesso per Luiz Felipe e Hysaj: se saranno scelti da Sarri come titolari fissi potranno fare bene. Palomino ora avrà la concorrenza di Demiral e Lovato, che sostituiscono Romero. Gunter rimane il più affidabile dei centrali del Verona, anche con Di Francesco. Rogerio parte avanti a Kyriakopoulos nel Sassuolo, anche con Dionisi.

LOW COST SECONDA FASCIA – Colley, Dalbert, Bereszynski, Bonifazi, Samir, Chiriches, Czyborra, Walukiewicz, Ceccaroni, Mario Rui, Martinez Quarta, Becao, Toljan, Muldur, Gyomber, Ebuehi, S. Romagnoli, Buongiorno, Amian, Stojanovic

È la continuazione dei titolari low cost, scelte ancora più economiche (anche in leghe abbastanza numerose). Samir è una buona scelta dall’Udinese, meglio di Becao. Dalbert può rilanciarsi nel Cagliari, Colley è abbastanza affidabile nella Sampdoria dove c’è anche Bereszynski come titolare senza troppe pretese. Bonifazi fa coppia con Soumaoro, il rendimento sarà simile. Chiriches titolare nel Sassuolo ma con il pericolo infortuni. Czyborra parte titolare ma c’è l’insidia mercato e nuovi arrivi, discorso simile per Mario Rui al Napoli. Walukiewicz può fare il titolare nel Cagliari, ma anche qui è da valutare il mercato. Dalle neopromosse ci sono i centrali Romagnoli dall’Empoli, Gyomber dalla Salernitana e Ceccaroni dal Venezia, buoni low cost specialmente in leghe numerose dove essere titolari fissi conta di più. Ebuehi terzino destro titolare del Venezia. Martinez Quarta trova spazio se parte qualcuno nella Fiorentina. Toljan e Muldur di nuovo in ballottaggio fisso nel Sassuolo. Buongiorno al momento parte come titolare nel Torino di Juric, quindi potrebbe fare bene. Amian è il nuovo terzino destro dello Spezia, Stojanovic il laterale preso dall’Empoli.

INFORTUNATI – Spinazzola

Merita un capitolo a parte perché è una situazione spinosa, che non ha slot e non ha prezzo. In alcune leghe andrà via a 1, in altre a 10. Non c’è un prezzo giusto ma c’è un slot chiaro: di fatto è il vostro 8° difensore, ne prendete 7 più uno (Spinazzola) jolly. Aspettando il rientro, anticipando l’asta di riparazione. Prenderlo è come iniziare il fantacalcio con un giocatore in meno, perché sta fuori almeno fino a novembre (è la sua speranza, ma può tornare tra dicembre e gennaio). Quindi sicuramente vi servono sette difensori sicuri, limitando le scommesse e i jolly. E poi il prezzo non può essere troppo alto, perché se no vi limita troppo negli altri acquisti. Insomma, dovete potervelo permettere. E non lasciarvi andare troppo con il prezzo dopo l’Europeo super che ha fatto. Serve prudenza.

MERCATO – Milenkovic, Florenzi, Godin, Lirola, Erlic, Ger. Pezzella, Larsen, Lyanco, Demiral, Reca, Chabot, Caldara, Murillo, Cetin, Conti, Luperto, Sutalo, Vavro, Armini, Capradossi, Dragusin, Radovanovic, Fares, Nikolaou

Sono i giocatori in stand-by per questioni di mercato. C’è chi andrà via e chi alla fine rimarrà. Occhi soprattutto su Milenkovic, che se resta è titolare con Italiano. Lo stesso per German Pezzella. E occhio pure a Larsen. Sicuri partenti giocatori come Florenzi e probabilmente Godin. Demiral andrà all’Atalanta.

JOLLY SECONDA FASCIA – Ibanez, Kumbulla, A. Romagnoli, Kyriakopoulos, Radu, Udogie, Aina, Vanheusden, Frabotta

Ci sono diversi giocatori da studiare e monitorare, alcuni sono scommesse. Magari senza il posto da titolare assicurato. Potete pescare da qui per coprirvi, per prendere un 8° jolly o per leghe numerose. Udogie ad esempio può essere una scommessa, è un giovane promettente passato dal Verona all’Udinese. Anche Vanheusden del Genoa può essere una scommessa, gli va dato tempo di crescere. Tra Ibanez e Kumbulla può avere più spazio il primo, magari sfruttando passi falsi o infortuni di Smalling. Nel Milan c’è Romagnoli come prima alternativa a Kjaer e Tomori. Kyriakopoulos è il vice Rogerio ma si possono giocare il posto. Radu insegue nella Lazio, Sarri però sa che può contare sempre su di lui. Ola Aina ha fatto il titolare nel Torino aspettando Singo, vedremo se basterà per convincere Juric. Frabotta al Verona parte dietro ma può ritagliarsi spazio a sinistra.

DA LEGHE NUMEROSE – De Silvestri, Ceppitelli, Dawidowicz, Schnegg, Jaroszynski, Magnani, Marchizza, Tonelli, Bani, Bogdan, Ceccherini, Igor, Masiello, Modolo, Zeegelaar, Veseli, Zortea, Molinaro, Ruggeri, Biraschi, Carboni, Ismajli, Parisi

Sono i low cost più economici, quelli che servono per gli ultimi slot specialmente in leghe numerose. De Silvestri fa la riserva se resta Tomiyasu, mercato da valutare anche per Ceppitelli e Carboni. Schnegg si gioca il posto con Molinaro nel Venezia. Nella Salernitana non convincono troppo Jaroszynski e Bogdan. Marchizza può insidiare Parisi nell’Empoli, che è un giovane molto, molto interessante. Zortea e Ruggeri possono essere i giovani esterni della Salernitana di Castori. Igor parte dietro, Masiello e Tonelli non sono più troppo affidabili. Veseli parte con un infortunio, c’è di meglio rispetto a Zeegelaar, Modolo e Bani. Concorrenza anche nella difesa nel Verona, per Dawidowicz e Ceccherini.

GIOVANISSIMI – Reynolds, Calafiori, Kamenovic

Sono giovanissimi che potete andare a prendere magari con le conferme, per il fantacalcio del futuro. Mourinho studierà Reynolds e Calafiori, Sarri invece valuterà Kamenovic.

JOLLY TERZA FASCIA – Rodriguez, Ghiglione, Depaoli, Malcuit, Ghoulam, Ruegg, Hickey, Vojvoda

Rodriguez proverà a convincere Juric a fare il terzo di difesa. Ghiglione e Depaoli partono dietro, così come Ruegg (vice Faraoni). Malcuit riserva di Di Lorenzo a destra, Ghoulam ha sempre incognite fisiche anche se c’è sempre la speranza che torni ai suoi livelli. Hickey vice Djiks, è giovane e può migliorare. Vojvoda alternativa nel Torino, proverà a convincere Juric.

RISERVE NELLE BIG – Giu. Pezzella, Rugani, De Sciglio, Pellegrini, Kolarov, Kalulu, Ranocchia, Gabbia, Ballo-Tourè, Rrahmani

Sono riserve nelle squadre più importanti, non hanno il posto fisso e anzi giocheranno molto poco. Tra i più interessanti probabilmente Giuseppe Pezzella nell’Atalanta per la legge degli esterni di Gasperini. Luca Pellegrini vice Alex Sandro nella Juve, Ranocchia vice de Vrij nell’Inter. Kalulu può crescere nel Milan, dove è arrivato Ballo-Tourè da vice Theo Hernandez a sinistra.

RISCHI – Svoboda, Goldaniga, Mbaye, Mazzocchi, Ayhan, Casale, Faragò, A. Ferrari, Fiamozzi, Murru, Patric, Strandberg, Venuti, Vignali, Altare, Djidji, Empereur, Felicioli, Ferrer, Sala, Terzic, Amione, Dalle Mura

Sono in linea di massima da evitare, difficile trovare qualcosa di utile per il fantacalcio. Anche in leghe numerose ci può essere di meglio.

DA EVITARE – Peluso, Aya, Denswil, Ferrarini, Hristov, Romagna, Sy, Tripaldelli, De Maio

Sono giocatori da evitare, non puntate su di loro al fantacalcio.

Scopri Fantabuzzer, il battitore d’asta professionale per il tuo fanta: tutte le novità 2021!

Condividi su

https://sosfanta.calciomercato.com/guida-asta-difensori-gosens-chi-prendere-fantacalcio-2021-2022/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *