Football23

News Aggregator & Blog

Neopromosse, su chi puntare nel Venezia dopo il ritorno in Serie A: dal rigorista ai low cost

Il Venezia è tornato in Serie A dopo 19 anni. Il club lagunare, giovedì sera, è stato la terza squadra promossa nel massimo campionato dopo Empoli e Salernitana. Artefice principale di questo successo è senza dubbio Paolo Zanetti, giovane allenatore di 38 anni, panchina d’oro in Serie C nella stagione 2017-2018, quando era alla guida del Sud Tirol. Il suo Venezia ha stupito per intensità, ritmo, rigore tattico. Due i moduli di riferimento utilizzati: si è partiti con il 4-3-1-2, per virare a stagione in corso al 4-3-3. E in vista del prossimo campionato, proprio Zanetti resta uno dei primi rebus da risolvere. La promozione ottenuta sul campo fa scattare un rinnovo automatico del contratto. Ma Zanetti è finito nel mirino dell’Udinese e il Venezia attende un confronto per capire come programmare la prossima stagione per quanto riguarda la guida tecnica.

E sul fronte squadra? Durante il campionato si sono messi in luce diversi giocatori, molto appetibili anche in chiave fantacalcio. Uno su tutti, il centrocampista Youssef Maleh, 22 anni, 4 reti e 4 assist: l’ultimo, delizioso, per il gol promozione firmato da Bocalon nella finale di ritorno col Cittadella. Maleh è un giocatore di talento, un mancino di qualità che la Fiorentina ha acquistato a gennaio lasciandolo in prestito. Ma chissà che per lui non ci possa essere un’ulteriore stagione di maturazione ancora con la maglia del Venezia (“Ci spero”, ha detto il ds).

Ottimo il percorso del difensore centrale Pietro Ceccaroni, 25 anni, 3 reti, ma soprattutto 37 presenze su 38 gare di campionato (3330’ minuti giocati, zero espulsioni e appena 4 ammonizioni). Un contributo decisivo per la promozione è arrivato dal fantasista Mattia Aramu (26 anni). Trequartista, esterno d’attacco, elemento centrale nelle idee tattiche di Zanetti, le sue giocate hanno fatto la differenza. Non a caso ha segnato 9 reti in campionato (3 su rigore) e sfornato 6 assist. Il suo nome è da tenere in considerazione in vista della prossima asta: è il primo rigorista (oltre ai 3 rigori ne ha segnato un altro ai playoff), ma anche uno specialista sulle palle inattive.

Molto buono il campionato di Francesco Forte, il bomber della squadra. 28 anni, attaccante centrale, ma sopratutto punto di riferimento avanzato, capace di segnare 13 reti in 33 presenze. Il Venezia si affiderà al suo fiuto del gol anche il prossimo anno, lui che la Serie A l’ha soltanto accarezzata (1 presenza nell’Inter targata Stramaccioni 2012-2013). È il vice rigorista della squadra dopo Aramu (tre rigori calciati quando non era in campo, uno ai playoff).

Potranno ritagliarsi un ruolo importante l’esterno difensivo Pasquale Mazzocchi (25 anni, 34 presenze e 1 gol) e il duttile centrocampista Luca Fiordilino (24 anni, 37 presenze ma soprattutto 4 reti). Mina vagante, l’attaccante Dennis Tørset Johnsen. Norvegese, 23 anni, 32 presenze, 3 gol, 3 assist e un potenziale tutto da scoprire. Il Venezia ripartirà anche da loro. E al fantacalcio è meglio iniziare a prendere appunti, aspettando poi le novità non solo su Zanetti ma anche dal calciomercato (che potranno cambiare la rosa).

Condividi su

https://sosfanta.calciomercato.com/neopromosse-su-chi-puntare-nel-venezia-dopo-il-ritorno-in-serie-a-dal-rigorista-ai-low-cost/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *